Si è svolto presso la Sezione di Cagliari nella giornata di domenica 26 novembre l’Oa Day per il futsal, il corso di aggiornamento per gli osservatori del Calcio a 5 sezionali di tutta la regione Sardegna

 

 

L’Oa Day è organizzato dal Settore Tecnico dell’AIA per gli osservatori del Calcio a 11 e Calcio a 5 a livello nazionale e interessa gli organici sezionali e regionali. Si svolge nelle Sezioni o in un luogo centrale se di livello regionale. L’evento viene gestito da una figura del Settore Tecnico, che può esere un componente o un Mentor (facente parte del progetto Talent e Mentor), designato direttamente Settore Tecnico.

 

Giovanni Cossu (foto a dx) è stato uno dei componenti del S.T. designati per le regioni. Concluso qualche settimana il grande impegno del raduno nazionale a Coverciano dei “Talent e Mentor” che lo ha visto impegnato in prima persona, è stato ospite della Sezione di Legnano (foto in basso) per presentare l’Oa Day nel CRA Lombardia. Una riunione all’insegna della formazione, alla quale è seguito un costruttivo confronto sulla refertazione e sul voto da attribuire in funzione di quanto visto.

L’obiettivo principale è raggiungere l’uniformità di giudizio a tutti i livelli e per questo il S.T. ha cambiato la formula quest’anno svolgendo in simultanea la riunione, dalle 14:00 alle 18:00, e utilizzando lo stesso materiale in tutta Italia, quest’anno una gara di Serie C2 siciliana decisiva per il passaggio alla categoria superiore.

 

Domenica l’evento si è svolto anche nella nostra Sezione e i partecipanti sono stati tutti gli osservatori sezionali sardi e gli osservatori regionali, presenti come invitati. Per l’occasione è stato designato il Mentor e osservatore regionale Gianmichele Frasconi della Sezione di Olbia, dirigendo i lavori insieme al Delegato Regionale del C5 Walter Mameli che fungeva da Presidente della Commissione e al Presidente della Sezione di Cagliari Luigi Ramo. Presente anche il Responsabile del C5 sezionale Marco Delpiano. 

Prima di tutto si sono svolti i test tecnici con risultanze davvero soddisfacenti che hanno reso tutti gli osservatori idonei; a seguire il clou della serata: gli osservatori hanno visto una gara del Comitato Regionale siciliano e successivamente hanno espresso il loro giudizio sugli aspetti positivi e negativi da migliorare esprimendo inoltre una votazione numerica. In seguito è stata analizzata la relazione inerente la gara fornita dal S.T. attraverso la suddivisione per episodi dal punto di vista tecnico, comportamentale, disciplinare, atletico e tattico. Un confronto per capire la direzione da seguire suggerita da S.T. che con questo evento punta a raggiungere l’obbiettivo di uniformità di giudizio di livello nazionale, dalle Sezioni alla massima categoria nazionale.

         

Giovanni Cossu con il gruppo lombardo           

 

  

 

Mameli, Frasconi,   Delpiano                                                         

 

 

 

 

 

      Un momento della riunione